MONTELLA: “Donnarumma va lasciato in pace. Raiola? Fa il proprio mestiere”

© foto www.imagephotoagency.it

Intervistato da Medieset Premium, Vincenzo Motnella ha così parlato del match perso allo scadere contro il Cagliari: “Siamo partita male, il Cagliari aveva più ritmo. Il secondo tempo è stato giocato meglio. E’ stata una partita di fine stagione, non bella da vedere e non mi sono divertito, dispiace molto aver perso.  Poi c’è stato un episodio nel finale che ha condizionato gli ultimi 20 minuti. Donnarumma? Lasciamolo in pace, qualche mezzo errore ci può stare ogni tanto.”

Su Bacca

“Ha una carriera importante alle spalle, ha un’età ed esperienza, non credo si faccia condizionare da voci di mercato. Potevo fare qualcosa in più per lui da allenatore, da parte sua c’è stata molta disponibilità”

Su Totti: “Oggi se faccio prevalere il sentimento, dico che è il più forte con cui ho giocato, ma ho giocato insieme anche a Mancini, Batistuta e dico anche Cassano, che sennò si offende.”

Su“Raiola: “Dice che mi sto eccitando perché faccio il manager all’inglese? Non commento, io faccio l’allenatore e non voglio fare altro, ma non è certo a lui che devo dare spiegazioni. Ognuno fa il proprio mestiere”

Su Locatelli:  “E’ partito benissimo, poi si è un po’ fermato, ma voglio allenarlo ancora perché ha grandissime qualità e può essere un grandissimo giocatore in futuro.”

Sul mercato: “Io do la mia valutazione tecnica rispetto a quello che vogliamo fare il prossimo anno, abbiamo un ottimo rapporto con Mirabelli e c’è sintonia. Le valutazioni sono sempre in divenire, io le valutazioni le devo dare a prescindere dal mercato, non voglio fare il manager.”

Sulla stagione:  “E’ stata ampiamente positiva con il rientro in Europa dopo 3 anni, sviluppato le potenzialità di molti giocatori, creato una mentalità di squadra importante e alzato una coppa contro gli invincibili.”