MILAN CAMBIA TATTICA PER BELOTTI: niente contropartite ma prestito oneroso e riscatto da capogiro per convincere Cairo

© foto www.imagephotoagency.it

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, dopo la chiacchierata avuta ieri tra Mirabelli e Petrachi, ds del Torino, oggi il Milan potrebbe formalizzare una nuova offerta per il centravanti granata Andrea Belotti senza più coinvolgere alcuna contropartita tecnica, come paventato nei giorni scorsi, ma semmai slegando eventuali altre operazioni col Torino (vedi Zapata e Niang) da quella per il Gallo. L’offerta che nelle prossime ore verrà formalizzata al club granata consisterà in un prestito oneroso da 20 milioni di euro con obbligo di riscatto a 60 da versare interamente e in unica soluzione nella prossima stagione. Un’operazione, dunque, da circa 80 milioni dunque quella orchestrata dal duo Fassone-Mirabelli che in questo modo potrà finanziare l’arrivo di Belotti attraverso il tesoretto incassato dalle cessioni estive (tra i 20 e i 30 milioni) per poi devolvere la parte più corposa dell’investimento nel prossimo anno finanziario e magari con l’accesso alla prossima Champions League già incamerato.