FASSONE: “Rosa completa per due terzi. Top Player? Valuteremo il budget rimasto. Donnarumma ha la nostra proposta definitiva in mano”

© foto www.imagephotoagency.it

Intervenuto in conferenza stampa, Marco Fassone, amministratore delegato del Milan ha così parlato delle operazioni di mercato fin qui messe in atto dal direttore sportivo Massimiliano Mirabelli: 

“Le operazioni di mercato sono state importanti a livello di budget ma già avevo rilasciato dichiarazioni sulla portata di questi investimenti. Avevamo valutato come fosse opportuno lavorare in maniera approfondita sulla rosa. Tutti questi esborsi sono assolutamente coperti dai bond emessi. Che tutti stiano tranquilli, la finanza societaria è sotto controllo e c’è ancora budget per i prossimi mesi. C’è ancora una porzione di budget importante per completare i prossimi due mesi”.

Su Donnarumma: “Gigio è convocato per l’11 luglio dunque ci aspettiamo una risposta in tempi rapidi. Anche perché non ci sono più elementi che potrebbero rallentare la situazione. Mi aspetto una risposta nel giro di pochi giorni”. L’amministratore delegato del Milan Marco Fassone fa il punto della situazione sul rinnovo di contratto del portiere Gianluigi Donnarumma. “Quello che accadrà è ancora avvolto dalla nebbia -prosegue Fassone in conferenza stampa a Milanello in occasione del primo giorno di raduno del Milan-. Su quanto successo fino ad oggi sono sempre stato molto chiaro. Dopo il primo no, c’è stata una riapertura, più chiacchierate e una nuova offerta riformulata all’entourage. Ci sono ancora aspetti da limare ma credo che questa possibilità possa piacere a tutti”.

Sulla possibilità di non rinnovare con Donnarumma:  “Qualche giorno fa c’è stata una fuga un po’ troppo in avanti sui media, quando sembrava tutto fatto. La situazione è quella della mia risposta di prima, con il finale ancora da scrivere. Il ragazzo ha la nostra proposta tra le mani, aspettiamo una risposta buona o non nei prossimi giorni”.

 

Su Conti: “Potrebbero essere i giorni decisivi. L’Atalanta ha il nostro totale rispetto nel prendere decisioni, mi sento regolarmente con Percassi ma vogliamo lasciare alla Dea tutto il tempo per fare le proprie riflessioni”.

Sul rapporto con Mino Raiola: “Mino fa il suo lavoro. È un agente che cerca di ottimizzare il guadagno al massimo, per lui e il suo assistito. Normale che spinga per avere certe richieste economiche, ma per noi sono irraggiungibili”.

 

Sulla completezza della rosa raggiunta in questo momento del mercato: “Ci siamo concentrati su alcuni aspetti, il primo e più visibile è quello del miglioramento della rosa. Siamo stati coerenti con quello che abbiamo promesso il giorno del suo insediamento, ovvero completare i due/terzi della rosa entro il giorno del raduno. La qualità dei giocatori è in linea con quello che ci eravamo prefissati”.

Sulla possibilità di acquistare un Top Player nel finale di mercato: “A fine settimana valuteremo il budget a disposizione al netto di un’ultima entrata che aspettiamo ed eventuali uscite. Poi studieremo se suddividere questi soldi su più ruoli o tutto per un singolo”.

Sulla campagna abbonamenti: “Non vorrei pormi limiti. Non faremo aumenti e mi aspetto un bel sostegno. Mi piacerebbe che il numero degli abbonati sia significamente superiore rispetto a quello degli ultimi anni”.

Sull’obiettivo stagionale, la Champions: “Sarebbe molto importante. È una delle cose che ci hanno chiesto. La UEFA ci ha fatto questo assist con il quarto posto e cercheremo di raggiungerlo. Non dovessimo farcela, io ho già previsto un paracadute. Ma la nostra volontà è di centrarlo alla prima stagione”.