ESCLUSIVA – SVANERA A MILANNEWS24: “Vi sono altri due giovani rossoneri in rampa di lancio”

© foto www.imagephotoagency.it

Di seguito le dichiarazioni rilasciate in esclusiva dall’agente FIFA Riccardo Svanera a Milannews24. Svanera ha affrontato il momento della prima squadra di Vincenzo Montella, soffermandosi pure sul settore giovanile, su Gigio Donnarumma e su Manuel Locatelli e su altri due rossoneri che presto possono fare il grande salto come Gabriele Bellodi, difensore classe 2000 che sabato ha fatto il suo esordio nel match della Primavera contro la Sampdoria e Alessandro Plizzari:

Un momento importante per il Milan che da tempo non stazionava in zona Champions League e per poco non vinceva il derby. Dove può arrivare a fine stagione la squadra di Vincenzo Montella?

Il lavoro di Montella sta pagando vista soprattutto la confusione societaria. E’ un Milan solido e di sostanza. Con giocatori giovani e di molta corsa. Si è fatta di necessità virtù soprattutto sul lato giovani. Penso che a lungo andare se non si interverrà decisi sul mercato di gennaio sia difficile mantenere questa posizione. Ma questo, oltre che dal Milan, a mio avviso dipenderà molto da che campionato faranno le altre. Penso che per il Milan di Montella si possa considerare una buona stagione già l’eventuale raggiungimento dell’Europa League“.

A breve dovrebbe arrivare il closing che sancirà la cessione definitiva del club ai cinesi ma c’è ancora un nodo legato al ruolo di Silvio Berlusconi. Le piacerebbe vederlo ancora presidente con la possibilità di intervenire sul mercato e sulle scelte di formazione? 

Di sicuro il presidente ha segnato un’era anzi ha segnato il calcio con innovazione, soldi e idee. Penso altresì che il Milan ha bisogno di rinnovarsi sia come società che come capitali. Si ha bisogno soprattutto di una figura di campo, di esperienza. Vedo molto bene l’innesto in società di figure competenti come Mirabelli ma non basta. La società ha bisogno di un rimpasto generale per non buttare questi mesi di buon lavoro di Montella“.

Una nuova proprietà cinese si è già insediata all’Inter ma il club nerazzurro continua a fare fatica per tornare ai vertici. Confida in questi investitori cinesi pronti a rilevare il Milan?

Le società straniere in assoluto non mi sono mai piaciute. Penso che nel calcio, soprattutto difficile come quello italiano, si abbia bisogno di gente che conosca tutto il contesto. Ma l’arrivo di nuovi capitali, se ben organizzato e mixato, non fa mai male. All’Inter sono arrivati nuovi e importanti capitali ma sono restati i problemi cronici in società del passato. Ausilio lo vedo come un gran conoscitore di calcio e di giocatori ma a mio avviso pecca come gestione del gruppo e delle risorse umane. Al Milan mancano i capitali ma penso che passo dopo passo e mettendo le persone giuste al proprio posto si possa fare un buon closing“.

Capitolo giovani. Gigio Donnarumma e Manuel Locatelli dal settore giovanile si trovano già nel giro della Nazionale. Di recente un giovane difensore classe 2000 come Gabriele Bellodi ha rinnovato fino al 2019 facendo il suo esordio in Primavera. Il prossimo rossonero a fare il grande salto sarà forse lui?

Il settore giovanile del Milan si è mosso in questi ultimi anni in maniera oculata sotto la regia di Filippo Galli. Si è pensato poco al risultato e molto alla crescita dei singoli calciatori. Cosa giustissima in un settore giovanile che vuole crescere. Innegabile che la necessità e le situazioni societarie abbiano velocizzato questo processo di inserimento per Donnarumma e Locatelli, come fu nel post-Calciopoli alla Juventus per Marchisio e Giovinco. Donnarumma soprattutto ha qualità importanti, Locatelli è un predestinato ma non commettiamo l’errore di considerarlo un regista, resta un interno. Bellodi è un ragazzo con caratteristiche tecniche ma soprattutto fisiche importanti. Buone doti d’anticipo e di tempismo. Giovane e da lasciare crescere. Da tenere monitorato un altro 2000, Plizzari. Portiere con grande capacità di stare tra i pali, altro campioncino pronto ad uscire dalla scuola del maestro Alfredo Magni.